sebina, you, sebinayou, opac, catalogo, servizi, biblioteca, utente, BiblioMo, Polo Bibliotecario

MODENA-Museo Civico-Biblioteca di arte e archeologia e Biblioteca del Museo del Risorgimento

Novità in biblioteca

Largo Porta S. Agostino 337

41121 MODENA

Contatti:

Referente: Lorenzo Lorenzini

Tel.: 059 2033101

E-Mail: museocivico@comune.modena.it

Sito web della biblioteca: https://www.museocivicomodena.it/

Orari

Altre informazioni

Il Museo è attualmente chiuso al pubblico.

 Il Museo Civico di Modena dispone di un fondo storico costituito da oltre 500 volumi datati fra il XVI e il XIX secolo, tra cui il prestigioso lascito di Tarquinia Molza che una recente ricerca ha permesso di riferire con certezza alla raccolta di Lodovico Castelvetro, umanista modenese della prima metà del Cinquecento nonché suo precettore.

Altro nucleo d’interesse è rappresentato dai volumi costituenti le biblioteche di lavoro dei primi direttori del nascente Museo Civico, insieme a 1.300 opuscoli.

La biblioteca comprende oltre 20.000 pubblicazioni e numerose testate specialistiche, prevalentemente acquisite attraverso rapporti di scambio con altri istituti.
Tra queste sono oltre 9.000 le pubblicazioni di archeologia, storia ed etnografia e un centinaio le testate italiane e estere.
Gli oltre 12.000 volumi d’arte, suddivisi in ordine alfabetico per autore nel Catalogo del patrimonio librario moderno, documentano diversi ambiti delle raccolte museali (armi, carte decorate, ceramiche, strumenti musicali e scientifici, tessuti e vetri). 
Il settore riviste conserva attualmente 80 testate.

Info e consultazione dei volumi su appuntamento: katia.fieni@comune.modena.it

 

Il Museo Civico custodisce anche la Biblioteca del Museo del Risorgimento

 

Il Museo Civico del Risorgimento di Modena è stata una realtà museale autonoma  dal 1924 al 1990, anno in cui è stato chiuso al pubblico e le sue raccolte sono confluite in quelle del Museo Civico, che le ha riordinate e catalogate, pubblicandone nel 2011 il catalogo a stampa e rendendole disponibili sul Portale della Regione Emilia-Romagna (https://bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it/pater) e attraverso il proprio sito web (www.museocivico.modena.it)

Il patrimonio del museo comprende circa 2.200 tra cimeli e opere d’arte che illustrano i più importanti momenti e le principali figure modenesi legate alle vicende del Risorgimento nazionale. I nuclei più importanti di materiali riguardano gli anni del ducato Austro Estense di Francesco IV e V, i moti del 1821, quelli del 1831 dominati dalla figura di Ciro Menotti e del 1848, le vicende legate alle figure di Pio IX , di Giuseppe Garibaldi, Nicola Fabrizi e Enrico Cialdini. A questi si aggiungono alcuni altri importanti  fondi, che costituiscono un corpus inscindibile rispetto al resto. Il fondo fotografico, composto da oltre 2400 unità tra positivi, negativi e diapositive, documenta figure, luoghi e momenti significativi del processo risorgimentale. Il fondo documentario comprende l’Archivio amministrativo del museo, una importante raccolta di autografi e un gridario composto da 38 volumi che raccolgono grida databili tra la fine del ‘700 e la metà dell’ ‘800 (http://archivi.ibc.regione.emilia-romagna.it/ibc-cms/cms.item).  Il patrimonio librario comprende oltre 3000 tra volumi e opuscoli

Info e consultazione dei volumi (su appuntamento, da ottobre 2021): stefano.bulgarelli@comune.modena.it