sebina, you, sebinayou, opac, catalogo, servizi, biblioteca, utente, BiblioMo, Polo Bibliotecario

MODENA-Biblioteca Istituto d'arte Venturi

Novità in biblioteca

Via dei Servi 21

41121 MODENA

Contatti:

Referente: prof.ssa Anna Maria Quartili

Tel.: 059-222156

Sito web della biblioteca: http://www.isaventuri.it

Servizi:

Accesso disabili: Accesso totale

Riviste

Note:

Per la consultazione dei volumi storici conservati presso la biblioteca storica dell'istituto contattare il prof. Giuseppe Bacchi (tramite mail o telefono).

Orari

SEDE DI VIA DEI SERVI, 12

dal 02/12/2019 al 31/12/2027

Lunedì:
9 - 14
Martedì:
9 - 11  / 12 - 13
Mercoledì:
8 - 12
Giovedì:
9 - 13
Venerdì:
9 - 11
Sabato:
8 - 12

SEDE DI VIA BELLE ARTI, 16

dal 02/12/2019 al 31/12/2027

Mercoledì:
8 - 10
Giovedì:
11 - 12
Venerdì:
11 - 12
Sabato:
8 - 10  / 11 - 12

Altre informazioni

Le chiusure seguono il calendario scolastico

 

La biblioteca dispone di oltre 5.000 volumi (di cui 400 libri antichi).

 

Il fondo antico riveste grande interesse soprattutto perché documenta il gusto e i criteri ispiratori dell’attività didattica e gli indirizzi artistici prevalenti nel corso degli ultimi due secoli. Sono presenti due edizioni del De Architectura di Vitruvio (Napoli 1758 e Udine 1829); la traduzione in volgare del De Re Aedificatoria di Leon Battista Alberti (I dieci libri de l’achitectura, Venezia 1546) e le prime traduzioni italiane della Storia dell’arte dimostrata coi monumenti dalla sua decadenza nel IV secolo fino al suo rinnovamento nel XVI del D’Agincourt (Prato 1823, 2^ edizione); la prima edizione italiana completa delle opere di Winckelmann (Prato 1830); l’edizione completa della Storia dell’arte del Venturi (Milano 1901).

 

Un manuale per “Pittori, Scultori, Architetti e qualunque si diletta di disegno”: Paradossi per praticare la prospettiva senza saperla di Giulio Troili da Spilamberto, detto Paradosso, pittore dell’illustrissimo Senato di Bologna (Bologna 1672); per lo studio del disegno anatomico: Berhardi Siegfried Albini, Tabulae sceleti et musculorum corporis humani (Lione 1747); numerosi manuali in lingua inglese e tedesca arricchiti con tavole ad uso delle “scuole tecniche e industriali” e da raccolte di disegni. 


Ben documentato è il repertorio delle pubblicazioni sulla scultura cimiteriale e ricca la collezione di cataloghi dei maggiori musei italiani e stranieri e delle esposizioni nazionali e internazionali. 


Il fondo moderno è anch’esso costituito prevalentemente da monografie artistiche, cataloghi di mostre, opere generali e collane d’arte, testi di fotografia, grafica, design e pubblicità. Numerose fra queste ultime le pubblicazioni straniere.

_______________________________________________

Servizi

Posti lettura Posti lettura, studio e consultazione complessivamente n. 40 

Prestito interno ed esterno, prestito intebibliotecario
Postazioni multimediali 10 

La biblioteca storica
Nella Sede di Via Belle Arti 16 è collocata la Biblioteca Storica che raccoglie il fondo antico dell’Istituto.
Quest’ultimo è consultabile su richiesta e appuntamento.